Controindicazioni della serenoa

Abbiamo già visto quali sono gli effetti collaterali della serenoa, adesso andiamo a vedere quali sono le controindicazioni e quali soggetti dovrebbero evitare di assumere Serenoa repens.

Nell'articolo sugli effetti collaterali abbiamo visto che le reazioni avverse sono veramente poche, e questo rende la serenoa repens utile e sicura.

Allo stesso modo, le controindicazioni sono davvero poche, e si deve perlopiù considerare la possibilità di intolleranze soggettive o allergia ai prodotti contenenti ingredienti delle bacche di questa palma nana. Come di solito, casi di ipersensibilità non sono mai da escludere. Anche questa controindicazione rientra nei casi di intolleranza soggettiva.

Soggetti con stati fisiologici particolari, o che seguono cure particolari assumendo farmaci, dovrebbero prima di tutto avere un parere del proprio medico prima di assumere prodotti con serenoa repens. Per quanto sicura, non ci sono molti studi circa le interazioni tra farmaci e Serenoa repens. Inoltre, gli studi esistenti non possono certo contemplare tutti i farmaci presenti sul mercato.

Per la presenza di tannini, l'impiego della serenoa repens viene sconsigliato a chi impiega integratori di ferro. La serenoa potrebbe inoltre interagire con terapie ormonali. Viene di solito sconsigliata alle donne.

Anche la sostituzione di un farmaco per la serenoa repens dovrebbe essere valutata attentamente dal medico curante. Evitare quindi il fati-da-te.

In presenza di tumori o altre malattie alla prostata, è sempre d'obbligo consultare il medico curante o lo specialista prima di intraprendere l'impiego della serenoa.

Riassumendo, la serenoa repens potrebbe avere le seguenti controindicazioni:

  • Evitare di usare la serenoa repens unitamente ad altri farmaci

  • Evitare l'impiego nelle donne e nei ragazzi

  • Evitare il fai da te

  • Evitare la sostituzione dei farmaci prescritti senza il parere del proprio medico

  • Da non usare in gravidanza

  • Da non usare unitamente all'impiego di integratori di ferro

  • Potrebbe interagire con terapie ormonali

  • Da evtare, salvo indicazione del medico curante, l'impiego in concomitanza con altre malattie alle vie urinarie.

120 compresse - 320mg al giorno
60 compresse, con Serenoa repens

Prostatite e campanelli d'allarme: infografica

Conoscere meglio la prostatite