Prostatite, che cos'è in un infografica

Quando si parla di ipertrofia prostatica benigna ci si riferisce all'ingrossamento "benigno" della prostata, effetto noto in medicina con la sigla di IPB.

L'ipertrofia prostatica colpisce perlopiù gli uomini dai 40/45 anni in poi, da qui, in misura sempre più crescente con l’avanzare dell’età.

Con l'aumento della dimensione della prostata aumenta la grandezza del problema, con disturbi che so presentano quasi regolarmente che sono di intensità variabile e sono legati alla minzione e a malessere e dolore alla vescica.

Questo comporta che il fastidio può diventare importante, soprattutto in persone anziane, i quali si trovano ad affrontare anche la cosiddetta minzione notturna, anche per più di una volta a notte.
L’utilizzo di rimedi naturali ad hoc, come la serenoa repens e l’adozione di uno stile di vita e alimentare adeguato é di grande aiuto nell' alleviare i sintomi.

La buona notizia, comunque, è che l’ipertrofia prostatica benigna non conduce alla degenerazione maligna.

Vediamo i dati della ipertrofi
a prostatica in questa infografica.


Ideale per la prostata
Prostata e capelli fieri